Questo sito utilizza solamente cookie di tipo tecnico necessari al normale funzionamento del sito. Cliccando su "Accetta" acconsenti all’uso dei cookie. Per rimandare la decisione clicca su "Chiudi". Clicca qui per approfondire.

Esportazioni di petrolio USA

(Comunicato ASPO-Italia, 11 luglio 2014)

Recentemente la stampa ha riportato la notizia che il governo USA ha autorizzato l’esportazione di petrolio. Tale notizia, anche a causa della cattiva titolazione degli articoli di giornale, è diventata, nell’opinione pubblica la prova che gli Stati Uniti sono diventati esportatori di petrolio e di gas, grazie alle nuove tecniche di estrazione che vanno sotto il nome di fracking (fatturazione idraulica). Questa affermazione è priva di fondamento in quanto l’esportazione riguarda una quantità di petrolio nettamente inferiore a quella che viene costantemente importata per soddisfare il fabbisogno nazionale. Gli Stati Uniti NON SONO ESPORTATORI NETTI DI IDROCARBURI e probabilmente non lo saranno mai. Nel 2013 i consumi di petrolio negli USA ammontavano in media a più di 19 milioni di barili al giorno mentre la produzione si attestava sugli 11-12 milioni di barili al giorno. Una differenza di 7-8 milioni di barili che non potrà essere facilmente colmata.


Articolo sul Blog di ASPO Italia: "Import-Export di...propaganda".

 

 

 

Feed RSS

Blog Aspo Italia

JSN Epic template designed by JoomlaShine.com