Capannori: confermata la squadra del porta a porta

capannorilogo

Il sindaco uscente di Capannori, Giorgio del Ghingaro, è stato confermato ad ampia maggioranza con il ballottaggio del 22 Giugno. Era stata la giunta uscente, con gli assessori Baronti e Ciacci, a promuovere una serie di buone pratiche di gestione dei rifiuti e di altre risorse, in particolare con il porta a porta, che avevano portato il comune di Capannori a essere all’avanguardia assoluta in Toscana.

Non che la vittoria dell’altro candidato, Lorenzo Matteucci, avrebbe portato alla scomparsa del porta a porta a Capannori. Al contrario, Matteucci si era impegnato a manternerla e anche a potenziarla – in accordo con l’evidente successo dell’iniziativa. Tuttavia, un’eventuale sconfitta di Del Ghingaro sarebbe sicuramente stata interpretata come una pubblica sconfessione delle politiche del porta a porta.

Questo non si è verificato è i cittadini di Capannori hanno chiaramente indicato la loro soddisfazione per una gestione dei rifiuti basata sulla collaborazione dei cittadini, piuttosto che imposta sulla base di periodiche emergenze. E’ possibile ora procedere lungo le linee già iniziate verso il concetto di “rifiuti zero”, un traguardo difficile ma non impossibile.

1 comment so far ↓

#1 Alex on 06.27.09 at 20:57

Invece qua a Torino il grande sindaco nonchè uno dei papabili capi del PD è fiero della prossima costruzione dell’inceneritore del gerbido.
Che vergogna…

P.S. Caro prof. Bardi, ha letto l’articolo sul corriere la notizia dove si dice che basterebbe un bell’impianto eolico negli USA per soddisfare il fabbisogno mondiale di energia?
Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa, di seguito il link

http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/09_giugno_23/energia_eolica_stati_uniti_pianeta_studio_1f789122-5fe3-11de-bd53-00144f02aabc.shtml