Come previsto: il livello di radiazioni a Tokyo comincia a salire.

Cliccare sull’immagine per ingrandire.

Andamento delle radiazioni  in Real time a Hino, nei pressi di Tokyo. Come previsto, da una situazione stabile, ma comunque circa un terzo maggiore del normale, il livello sta lentamente aumentando. Qui sotto potete vedere i valori di Dicembre, prima del disastro, per confronto.

Se volete qualche altro dettaglio ed accettate una traduzione grossolana come quella di google, ecco il link al sito da cui ho tratto le due immagini.

A questo punto, mentre si moltiplicano le voci di nuove fughe incontrollate dal reattore tre, possiamo solo aspettare. Del resto, un “tempestivo” attacco alla Libia ci sta adeguatamente distraendo consentendo, forse, ai mercati finanziari di non farsi prendere dal panico. Nel frattempo dopo aver stabilito un limite per la commestibilità degli spinacci radioattivi che è ENORMEMENTE più alto di quelli vigenti, ad esempio, qui in Italia, anche questo limite è stato pesantemente superato.

Su questa cosa vergognosa credo valga la pena di scrivere un post separato.

Nel frattempo, teniamo incrociate le dita.

10 comments ↓

#1 riflettevo on 03.21.11 at 15:50

hanno aumentato il limite di radioattivita’ degli spinaci solo in Giappone o anche da noi?

#2 Stefano Marocco on 03.21.11 at 16:06

Quindi secondo te l’attacco alla Libia è un diversivo per il mainstream?

#3 Anonimo on 03.21.11 at 17:26

[…] Violento Terremoto in Giappone e possibile Tsunami Come previsto: il livello di radiazioni a Tokyo comincia a salire. — Nuove Tecnologie Energeti… __________________ Webcam di Cappadocia (AQ – 1108 m slm): […]

#4 enrikuez on 03.21.11 at 20:22

ma a nessuno viene in mente che forse qualche esperimento dei francesi nel pacifico ha provocato quel disastro?? visto che si sono affrettati ad andare in LIBIA…………..fatemi sapere cosa ne pensate

#5 Paolo Marani on 03.21.11 at 21:54

Belli i tempi in cui gli spinaci erano ricchi solo di ferro …

#6 emigrante on 03.22.11 at 00:44

e io che mi ero già preoccupato per i miei amici a Tokio! Scherzi a parte, post simpatico ma per correttezza aggiungerei qualche altro link. Dallo stesso sito

http://park18.wakwak.com/~weather/geiger_archives.html

e poi sia uno della world health organization che fra l’altro mostra una diretta correlazione con le misure più vicina alla centrale

http://tinyurl.com/6et4tga

oltre che la mappa dei contatori vicino alla zona interessata per statistiche geografiche

http://tinyurl.com/66kcezw

per gli spinaci, Giappone o no sono sempre meglio quelli del contadino di fiducia

#7 giolly on 03.22.11 at 10:37

che i livelli di radioattività in aria, sui terreni e in mare siano in aumento, come dici giustamente, non desta alcuna sorpresa: ‘per definizione’ un incidente di livello 5 o 6 sparge materiali radioattivi tutto attorno: adesso si deve solo capire ‘quanti’. (E, magari, agire un po’ più tempesitvamente: continuo a vedere il governo giapponese ‘seguire’ e non ‘anticipare’ gli eventi)

#8 Marco on 03.22.11 at 10:43

Carino il post ma incompleto. Non é una critica vista la difficoltà oggettiva di reperire i dati, e per consultazione mi permetto di dare qualche link e lascio al lettore sia verificare che trarre le conclusioni.

Questo dallo stesso sito su cui sono riportati i dati commentati

http://park18.wakwak.com/~weather/geiger_archives.html

questa la mappa dei contatori su cui ci si possono fare (con un bel po’ di pazienza) statistiche geografiche in tempo reale

http://tinyurl.com/66kcezw

ed infine una buona sintesi sulla pericolosità fatta dalla World Health Organization

http://tinyurl.com/6et4tga

riguardo agli spinaci, consigliabili sempre quelli del contadino di fiducia, Giappone o no 🙂

#9 Gianluigi Filippelli on 03.26.11 at 02:05

Sto pubblicando i grafici delle radiazioni a Tokyo sul mio tumblr a questa tag:

http://ulaulaman.tumblr.com/tagged/riken

#10 Andrea Papini on 03.27.11 at 00:35

Qualcuno mi sa spiegare perché i giornalisti parlano di “Three Mile Island” e di “Chernobyl” ma nessuno cita il disastro di “Kyshtym”!?
Si da il caso infatti che il disastro di Kyshtym raggiunse il livello 6 (come Fukushima attualmente) e quindi è più rilevante di “Three Mile Island” che arrivò a 5.

http://en.wikipedia.org/wiki/Kyshtym_disaster