Quanto costa veramente l’energia?

Questo diagramma viene dal Financial Times ed è riprodotto su Wikipedia. E’ recente, non ha più di un anno, ed è molto interessante perché comprende molte sorgenti note – anche se non tutte – e da dei numeri che – da quello che so – mi sembrano abbastanza corretti in quanto corrispondono benino ai valori degli EROEI. Ma i valori dati in costi monetari ci possono forse dare un’idea migliore di come stanno le cose.

In pratica, si conferma dal diagramma il fatto che il prezzo attuale del petrolio – intorno agli 80-90 dollari al barile, è quello “giusto.”  Per forza, dato che se vogliamo tenere la produzione ai livelli attuali dobbiamo usare robaccia come le varie tar sands, oil shales, eccetera.

Notate come l’energia eolica (“onshore wind”) sia già competitiva un po’ con tutto. Questa è probabilmente la ragione per la quale è oggetto di una campagna diffamatoria così fuori dalle righe. Il fotovoltaico non c’è nel diagramma, ma si sa che costa nettamente di più dell’eolico – forse è per questo che ancora non l’hanno accusato di far venire il cancro; come invece hanno fatto con l’eolico!

Notate anche il carbone che raddoppia i costi e va quasi fuori scala se si aggiungono i costi della “carbon capture.” Anche questo torna molto bene: la faccenda del sequestro del CO2 è uno dei casi più classici di greenwashing. Tutti sanno, anche quelli che ne parlano, che è puro rumore; troppo costoso e non lo si farà mai.

Finalmente, il nucleare. In pratica, è la sorgente che costa più cara di tutte, a parte il carbone con la cattura del CO2. Insomma, niente male per una tecnologia  che dovrebbe essere la cornucopia di abbondanza che ci abbassa la bolletta elettrica.

1 comment so far ↓

#1 Tweets that mention Quanto costa veramente l’energia? — Nuove Tecnologie Energetiche -- Topsy.com on 11.25.10 at 01:57

[…] This post was mentioned on Twitter by MyGreenBuildings.org, Gifh. Gifh said: Il nucleare è economico e ci farà risparmiare? Ma mi faccia il piacere! http://lnk.ly/m4x1 […]