Ultime novità dal kitegen

di Pietro Cambi (dal blog “crisis“)

kiteves

Finalmente è disponibile on line una intervista al sottoscritto ed a Carlo Perassi, di WOW, sul Kitegen e sul Kitves, ovvero la sua versione marina.

E’ andata in onda su Radio 24, per il programma Archimede.

L’intervistatore, Maurizio Melis, mi ha fatto una ottima impressione. Preparato, scrupoloso e competente. Se i giornalisti fossero tutti come lui l’informazione farebbe un bel balzo nel nostro paese e con lei la consapevolezza dei cittadini.

Per quanto mi riguarda sono moderatamente soddisfatto.

Avrei potuto fare meglio, ma enormi bischerate non ne ho dette*.

La potete ascoltare qui.

Ed il Kitegen?

Riassunto dei recenti sviluppi.

Qui troverete le ultime news ufficiali.

Di seguito quelle “ufficiose”.

Ora vi sono due installazioni in atto, una a Berzano San Pietro ed una a Sommariva Perno, sempre in piemonte.

Quella di Berzano è ANCORA in mezzo alla palude amministrativa. Quella di Sommariva no.

Molti pezzi sono stati duplicati, con alcune differenze nei materiali e nella forma.

In pratica vi sono pezzi per una macchina e mezzo, piu’ o meno.

Li ho visti personalmente, tre giorni fa.

Cosi stando le cose si tratta solo di decidere dove finire di realizzare la prima macchina.

Per motivi affettivi e di puntiglio Massimo preferirebbe installare vicino a casa sua a Berzano.

Dato il prolungarsi dello stallo, tuttavia, è probabile che la prima macchina funzionante sarà, alla fine, quella di Sommariva.

Una volta deciso di installare macchine, rulli, tamburi pulegge e pezzi vari si potrà cominciare con le prove entro un paio di settimane.

Allo stato, pare che la decisione avverrà entro Settembre.

entro Ottobre, alla buon’ora, si dovrebbe/potrebbe partire.

*almeno una si, però: oltre a Sequoia ( e non Kitegen) i partners sono NOVE e non otto, di SETTE e non di cinque paesi.

3 comments ↓

#1 Leo on 09.23.10 at 16:45

In questi giorni, da varie parti (Tremonti e altri) si sono levati attacchi all’eolico, cioè all’unico eolico che gli “attaccanti” conoscano. Sarebbe bello che almeno uno dei due Stem in costruzione entrasse in esercizio entro la fine dell’anno, a dimostrazione concreta che non c’è solo quell’eolico là.

Con l’occasione faccio presente che è stato cambiato il mio indirizzo email. Il nuovo è identico al vecchio, ma senza il punto fra nome e cognome.

Leo

#2 Pippo on 09.23.10 at 17:12

Mah, penso che sarebbe meglio lasciar perdere i motivi affettivi e di puntiglio in questo caso e badare al sodo: rendere operativo prima possibile l’impianto più avanti e dunque quello di Sommariva Perno. A meno che non vi siano opportunità politiche di non andare contro l’Amministrazione di Berzano che era comunque favorevole.
Non vorrei che a forza di aspettare un bel giorno scoprissimo che l’Università di Tubinga o il MIT avessero avviato la sperimentazione “di un sistema di aquiloni collegati a un rotore”… Addio primogenitura!

#3 Guido on 10.13.10 at 18:36

Vi giuro che vi offrirei il mio giardino per questo impianto che trovo veramente GENIALE e che non vedo l’ora di veder realizzato.
Vi ringrazio di quore, perche sono queste idee che forse ci salveranno!
Ciao
Guido