Blacklight power: certe volte, mi sembra di essere un personaggio dei fumetti

Di Ugo Bardi

dylan01vq5

Alle volte, mi sembra un po’ di essere diventato Dylan Dog. Un po’ per via delle cose strambe che mi chiedono: mi pare di fare il mestiere dell’investigatore dell’incubo. Un po’ perché mi sembra di cascare sempre negli stessi errori, tipo come quando nel film dell’orrore c’è sempre un personaggio che dice “ho sentito un rumore strano in cantina, vado a vedere!”

Allora, per l’incubo di questa settimana, ricevo l’altro giorno la seguente lettera

salve, mi farebbe un piacere ENORME sapere cosa ne pensate delle centrali della blacklightpower (click process) da 400MW, che sono ottenuti senza consumi…senza scorie e senza radiazioni

Al primo colpo, mi sembra una richiesta normale di informazioni. Di “Blacklight” avevo sentito parlare già diverse volte e non bene. In effetti, già il nome “Blacklight power” mi ricorda qualcosa tipo i mostri e le sette che Dylan Dog va ad investigare.

Comunque, do un’occhiata di nuovo su internet dove vedo che questi di Blacklight sono molto attivi, sembra che abbiano avuto dei finanziamenti (o così sostengono) e che abbiano messo a punto un loro meraviglioso “combustibile”. Strano perché la loro idea è di far collassare l’idrogeno a uno stato quantico più basso di quello “normale”, cosa che non dovrebbe richiedere combustioni di nessun tipo. Insomma, mi ci ridò un’occhiata, mi riconvinco un’altra volta che è un imbroglio e rispondo così:

da quel che so, blacklight power è uno dei tanti imbrogli che girano sull’energia – un po’ un fratello maggiore dell’ l’HHO di Santilli. Purtroppo, questi qui sono molto articolati, scrivono immensi  papiri incomprensibili e sembra che stiano parlando seriamente. Ma sono sostanzialmente delle fesserie: ti pare che se esistesse uno stato dell’idrogeno a più bassa energia di quello che conosciamo se ne starebbe li ad aspettare il tipo di BlackLight col suo catalizzatore? Sono forme infantili che fanno leva sul desiderio della gente di trovare soluzioni miracolose – pari a quelli che guariscono il cancro col bicarbonato.
Al meglio, diciamo che gli do una probabilità di essere vero pari a quella di vincere alla lotteria di Capodanno. Certo che quello risolverebbe tutti i miei problemi, ma non ci conto troppo. Saluti, Ugo

Lo so che non lo avrei dovuto fare, ma l’ho fatto. Ma lo sapevo che questo signore non voleva sapere niente da me. Le cose già le sapeva lui e da me voleva solo sapere se doveva classificarmi fra gli adepti. Infatti, mi risponde:

la ringrazio per l’attenzione e per la risposta ma credo proprio che non si voglia trovare la soluzione al problema energetco, anzi, che non si voglia pubblicare. perche in quantum limits of the second law of termodinamic, si sa’ per certo che l’effetto magnetocalorico rompe questa legge, trasformandola in TENDENCY…come pure il diodo NonBias che preleva energia elettrica direttamente dal calore ambientale. senza contare poi altri nucleari puliti, dalla Fusione Fredda al piezonucleare, al induced gamma emission (hanfium)….
RINGRAZIANDOLA le lascio un link che credo le sia utile, e stimolante della curiosita’ http://www.meetup.com/grillibologna/it/messages/boards/thread/7170183 operazione spartaco ,7 nuovi principi fisici per avere energia distribuita

Ora, lo scopo di questo post non è di dir male del mio interlocutore che sembra essere una persona genuinamente entusiasta; fra l’altro anche cortese dato che mi ringrazia due volte; una in lettere maiuscole. Ma ti cascano le braccia. Come è possibile che uno pensi veramente di avere in mano sette nuovi principi fisici tutti insieme? Non gli viene in mente che, forse, la fuori, c’è anche un mondo reale dove ci sono tanti vecchi principi fisici che si sa che da tanto tempo che funzionano. Ti viene davvero lo sgomento davanti al complottismo dilagante. Tutto è un complotto: i climatologi fanno un complotto per far finta che ci sia il riscaldamento globale;  i petrolieri un complotto per far finta che ci sia il picco di Hubbert e questi qui fanno un complotto perchè si sa per certo che “l’effetto magnetocalorico rompe la seconda legge della termodinamica trasformandola in TENDENZA”

Insomma, io ci avrò il look fisso, come Dylan Dog, ma la prossima volta andate voi a vedere se c’è il mostro in cantina.

8 comments ↓

#1 Noel on 02.01.10 at 19:27

tra le tante cose strane, ho appena letto su ecoblog di una possibile plastica ecologica ricavata dall’acqua…chissà se è la solita bufala

http://www.ecoblog.it/post/9715/lacqua-elastica-per-laddio-alla-plastica

#2 Luigi ruffini on 02.01.10 at 22:08

A me continuano a chiamarmi da 9 mesi riempiendomi di tonnellate di formule per le comparazioni sul riscaldamento elettrico con quello convenzionale, determinati nel giudizio negativo del primo.
E’ che si presentano come inesperti, poi però con le tabelle di conversione ne sanno più di un termotecnico.
Tempo fa ho scoperto che uno di questi mi aveva contattato da un’email personalizzata della sua azienda. Ho riconosciuto l’email successivamente: l’azienda fabbrica caldaie….Si era presentato dicendo: mi deve scusare se la disturbo, ma di queste cose sono proprio a zero…”

Prof. Io dalla cantina non riesco a salire….che tempo fa lassù?

#3 Gianni Comoretto on 02.01.10 at 22:25

Quando ho letto la mail con la domanda ho provato a fare una rapida ricerca pure io. Rapida per modo di dire, mi sono studiato e letto documenti per una buona oretta.
Rinuncio a fare lo stesso con i diodi che raddrizzano le onde termiche, o tentare di spiegare che significa che la seconda legge della termodinamica e’ una tendenza.

#4 mauriziodaniello on 02.01.10 at 22:33

Io spero che non sia una bufala il Blacklight power ma il mio cervello mi dice il contrario

Pare che invece la plastica “acquosa” non sia una bufala MA guardate che è inadatta per il 99% degli usi della normale plastica!

Ciao

#5 Ugo Bardi on 02.01.10 at 23:04

Non è una bufala il fatto che si possano reticolare dei solidi fatti principalemente di acqua. Anche noi, in effetti, siamo fatti in gran parte d’acqua. Ma dire che dall’acqua si fa la plastica, è proprio una scemenza. Ricorda una vecchia bufala russa che ha poi ispirato Kurt Vonnegut nel suo “Ghiaccio 9”

#6 francesco g on 02.02.10 at 23:31

già che stiamo è possibile????:http://www.ecolocap.com/site/en/press-room/company-news/ecolocap-solutions-announces-first-u-s-delivery-of-cnt-battery.html

io non so che dire ero rimasto che le batt. al piombo hanno il limite teorico a 170 Wh/kg (la densità pare che sarà sui 210 wh/kg:http://finance.yahoo.com/news/EcoloCap-Solutions-Inc-iw-2111322414.html?x=0&.v=1 nota sono stati confusi Libbre con kg)…non saprei dire , a parte che può essere considerato un ibrido condesatore (per via dei nanotubi di carbonio)- batteria

#7 francesco g on 02.02.10 at 23:36

per essere più precisi nel valore di densità energetica dell’ultimo link nel mio commento devono essere in libbre non in kg…

#8 Gianni Comoretto on 02.09.10 at 01:19

Nuovo mostro in cantina. Stavolta di quelli grossi, con tanto di assessore all’ambiente della Regione Lazio, e collezione di mostri assortiti. Unico assente all’appello il “motore di Schietti”, forse non sono riusciti ad invitarlo.

http://www.europeanconsumers.it/freeenergy/index.asp
13 febbraio 2010 Roma presso la Città dell’Altra Economia Mostra/Convegno Internazionale “Free Energy dalla teoria alla pratica per l’ecosostenibilità  della Regione Lazio”. Incontri con tecnici, ricercatori ed espositori.